La Parodontologia è quella branca dell’odontoiatria che studia i tessuti del parodonto, ovvero quei tessuti che circondano il dente e ne determinano la stabilità. L’insieme di questi tessuti prende il nome di parodonto, e dettagliatamente sono la gengiva, l’osso alveolare, il cemento radicolare, che ricopre la radice del dente, ed il legamento parodontale. Quando il parodonto va incontro ad un processo infiammatorio, che può essere acuto ma che talvolta può cronicizzarsi, si parla di malattia parodontale o parodontosi comunemente conosciuta come gengivite, termine usato impropriamente in quanto la gengiva è solo una parte del parodonto. Se non adeguatamente curata, la malattia parodontale, porta alla progressiva distruzione del parodonto con conseguente mobilità dei denti fino alla loro caduta. Le cause che provocano l’insorgenza della malattia parodontale sono essenzialmente costituite da presenza di placca batterica e tartaro in corrispondenza del solco gengivale, che vanno rimosse sia con l’igiene orale professionale che con la normale igiene a casa, ma anche ad una cattiva chiusura dei denti che può creare il cosiddetto trauma occlusale, che provoca una cattiva distribuzione del carico con conseguente danno al parodonto.